• Pagine

  • Archive

    Convegno Interregionale: Il Globalismo Affettivo

    Docenti partecipi, entusiasti e soddisfatti…

    Venerdi 15 u.s., un corposo gruppo di insegnanti del nostro Circolo Didattico, insieme alla Dirigente  dott.ssa Addolorata Guarino, ha partecipato la 1°convegno interregionale “Il Globalismo Affettivo” a Gravina in Puglia.

    L’interessante programma di giornata, articolato su contenuti di rilevanza metodologico-didattica, ha coinvolto in maniera accattivante tutti i docenti presenti, i quali hanno assistito a video –proiezioni riguardanti l’applicazione del metodo “Globalismo Affettivo” in  contesti  di scuola dell’infanzia e primaria.

    L’autore del metodo, VITO DE LILLO, l’Ordinario di Pedagogia Generale e Pedagogia della Comunicazione dell’Università di Bari Prof. GIUSEPPE ELIA, la collaboratrice  dell’Ordinario di Neuropsichiatria infantile della Facoltà di Medicina e Chirurgia di Bari Prof.ssa LUCIA MARGARI, hanno  relazionato, ciascuno  in rapporto al proprio ambito, sulla valenza  funzionale  del metodo in campo socio-affettivo, sensoriale, percettivo, cognitivo.

    Definito come metodo dal “cuore antico”, con richiami all’Attivismo Montessoriano, riferimenti all’empatia e al sistema, è risultato come pratica educativa  altamente  interattiva e coinvolgente, adatta a tutti, rientrante nella “logica  inclusiva“ a pieno titolo.

    Però Bruegel il Vecchio (1525/1530-1569) non la pensava proprio così!!

    Una sua citazione – L’ASINO A SCUOLA – “È inutile che l’asino vada a scuola; egli  è un asino, non sarà mai un cavallo”… ma, nessuno di noi può pensarla così.

    Insegnare ad alunni con “tipologie diverse” è un aspetto del saper insegnare.

    Ciò di cui noi abbiamo bisogno sono buone prassi didattiche, mezzi che, come diceva Maria Montessori, “possono rendersi adatti alle capacità di ciascuno”.

    Quindi occorre conoscere molti strumenti didattici, molti metodi, molti modi di lavorare e di organizzare la classe … conoscere, soprattutto, i processi attraverso cui  possiamo di volta in volta trasformarli, modificarli, curvarli per “renderli adatti alle capacità di ciascuno”.

    5,526 total views, no views today

    Read more...

    Festa Dell’Accoglienza – Scuola Primaria

    13 Settembre 2013

    L’anno nuovo porta tante novità. Innanzitutto il 6° Istituto Comprensivo di Andria non c’è più e ha lasciato il posto a due istituti autonomi. La nostra scuola ora si chiama 3° Circolo Didattico “R. Cotugno e comprende due plessi di scuola primaria e due plessi di scuola dell’infanzia. Inoltre è arrivata una nuova dirigente, dott.ssa Addolorata Guarino.

    Pertanto la comunità scolastica ha deciso di iniziare l’anno con una grande festa per accogliere anche i bimbi più piccoli che entrano a far parte per la prima volta di questa “grande famiglia”.

    L’accoglienza è stata affidata in particolar modo ai docenti e ai bambini delle classi quinte che si sono espressi in modo variegato.

    10,250 total views, no views today

    Read more...

    Fata Regolina – sc. infanzia E. De Amicis

    Con l’ingresso nella Scuola dell’Infanzia, il bambino ha l’occasione di apprendere le nuove regole del vivere insieme, scoprendo, così, che può vivere non solo accanto agli alri, ma con gli altri.

    Ecco arrivare a scuola un personaggio particolare, “FATA REGOLINA”, giunto da lontano per incontrare i bambini della scuola “E. DE AMICIS”. In contatto con le docenti, attraverso mail, ha annunciato il suo arrivo, facendo così vivere ai bambini i giorni precedenti il suo arrivo con trepidazione. Quando è arrivata con la bacchetta magica e le ali, lo stupore e l’entusiasmo ha pervaso tutti. Ha saputo catalizzare la loro attenzione, estraendo dalla piccola, ma grande borsa, tanti oggetti, compresi bollini di colore rosso e verde, spiegandone il significato:

    BOLLINO ROSSO – Aiuto, non hai rispettato le regole!

    BOLLINO VERDE – Bravo, hai rispettato le regole!

    Per premiare la partecipazione dei bambini, la fata ha estratto caramelle per tutti!!!

    9,107 visite totali, 1 visite oggi

    Read more...

    Discovering London (Classi 5e D/E/F)

    Nelle classi quinte delle sezioni D/E/F gli alunni hanno compiuto un affascinante “viaggio virtuale” alla scoperta delle bellezze della città di Londra.

    Il “viaggio” è iniziato con la visione di un DVD per bambini, suddiviso in itinerari storici, artistici, naturali e culturali che ripercorrevano idealmente le fermate dell’underground londinese.

    Gli alunni dopo una verbalizzazione scritta del filmato hanno fatto una ricerca di immagini della città, raccolte poi su dei cartelloni.

    Gli alunni hanno espresso dei commenti molto belli durante la visione del filmato ad esempio a proposito dell’aspetto multiculturale della città, dei suoi bellissimi e grandi spazi verdi.

     

    5,489 total views, no views today

    Read more...

    STRUMENTI DEL TEMPO E DELLO SPAZIO (classi 3e C/D)

    LA CLESSIDRA

    Nello studio della misurazione del tempo, abbiamo scoperto che anche le popolazioni più antiche avvertivano la necessità di misurare il passare del tempo. Fra i vari strumenti, quello che più ci ha interessati è stata la clessidra. Ci siamo divertiti a costruire delle clessidre, riempiendole con sale oppure zucchero o anche sabbia. Confrontandole, abbiamo scoperto che sono uno strumento di misurazione molto approssimativo e che il primo strumento di precisione è stato l’orologio solare: la Meridiana.

     LA BUSSOLA

    La bussola è stata inventata per aiutare l’uomo ad orientarsi in spazi immensi. Nei tempi antichi si osservava il moto apparente del sole, di giorno, e la stella polare, di notte. Quando però il cielo era coperto di nuvole diventava molto difficile orientarsi e così fu inventata la bussola. La bussola è dotata di un ago calamitato che indica sempre il nord perché il polo nord ha una forza di attrazione maggiore. Ci siamo divertiti a costruire una bussola. Abbiamo preso un ago, lo abbiamo sfregato ripetutamente su una calamita per calamitarlo, lo abbiamo poggiato su un dischetto di sughero che abbiamo poggiato sull’acqua contenuta in una ciotola. L’ago ha girato fino a quando non si è posizionato in direzione nord-sud. Abbiamo verificato l’orientamento con una bussola vera.



    Gli alunni delle classi 3e C/D

    5,809 visite totali, 1 visite oggi

    Read more...

    Bentornata Valentina! (classe 3a C)

    Il 21 novembre 2013 è stata una giornata di festa perché è ritornata a stare con noi la nostra compagna Valentina. All’inizio di questo anno scolastico si era trasferita in un’altra scuola perché era andata ad abitare in un altro quartiere. Ma, evidentemente, noi le mancavamo tantissimo, e alla fine ha preferito ritornare con i suoi vecchi compagni di 3^C. Siamo felicissimi di riaverti qui e siamo certi che non te ne pentirai. Ti vogliamo tutti un gran bene e ti abbiamo riservato un’accoglienza con i fiocchi e… tanti cuori. Un abbraccio anche dai tuoi amici di 3^D.

    Bentornata Valentina!!!

    5,332 total views, no views today

    Read more...

    HALLOWEEN’ S TIME and AUTUMN FESTIVALS (Classi 3e E/F/G)

    Halloween è una festività americana che trae le sue origini da festività celtiche (All-Hallows-Eve). Nell’Irlanda celtica questa frase coincideva con la fine dell’estate e i colori tipici erano l’arancio per ricordare la mietitura e il nero per simboleggiare l’inizio dell’inverno. La leggenda di Jack O Lantern deriva dal folklore irlandese. L’usanza si è poi diffusa anche in altri paesi del mondo e le sue caratteristiche sono molto varie: si passa dalle sfilate in costume ai giochi dei bambini che girano di casa in casa con la formula del dolcetto o scherzetto ( Trick or Treat ). La storia di Halloween risale a tempi remoti, ovvero a quel periodo in cui la Francia, l’Inghilterra, l’Irlanda e la Scozia facevano parte della cultura celtica. Successivamente l’Europa cadde sotto il potere di Roma. Lo sviluppo di oggetti e simboli associati ad Halloween si è andato formando col passare del tempo. La tradizione americana di intagliare zucche risale al 1837 ed era originariamente associata al tempo del raccolto in generale. Il simbolismo di Halloween deriva da varie fonti, inclusi costumi nazionali, opere letterarie gotiche ed elementi della stagione autunnale.

    Nelle classi terze delle sezioni E, G ed F si sono realizzate con gli alunni maschere di ghosts and skeletons per animare il canto Ghosts and goblins e la narrazione della leggenda.

    Roselli  Carmen

    Insegnante di lingua e cultura inglese

    5,264 total views, no views today

    Read more...

    La ragnatela dell’amicizia (Classi 3e C/D)

    Oggi, 28 ottobre, noi alunni di 3^ C/D abbiamo completato le nostre attività sull’amicizia con un bellissimo gioco: “La rete dell’amicizia”. Siamo andati in palestra, ci siamo seduti per terra formando due cerchi e ognuno di noi, a turno, ha passato un gomitolo di lana ad un amico, tenendo in mano il filo. Alla fine il gomitolo, dopo essere passato per le mani di tutti i compagni, ha tessuto una ragnatela in cui tutti noi siamo rimasti “intrappolati”: quella ragnatela è il simbolo dell’amicizia e sta a significare che nessuno deve essere escluso dai rapporti di amicizia con tutti gli altri perché ognuno di noi è utile all’altro e ha bisogno dell’altro.

    8,017 total views, no views today

    Read more...

    Festa dell’accoglienza (classi 3e C/D)

    Questo terzo inizio d’anno è pieno di novità: siamo tornati ad essere scuola primaria dell’infanzia, e più precisamente 3° Circolo Didattico “R. Cotugno”, e abbiamo accolto anche una nuova dirigente, Dott.ssa Addolorata Guarino.
    Noi siamo sempre pronti ad affrontare con entusiasmo il percorso avventuroso di questo anno scolastico e, per cominciare, le nostre insegnanti ci hanno accolto così.

    5,708 total views, no views today

    Read more...
  • Sportello d'ascolto
  • Links Utili

  • Contatti

    Indirizzo:
    Viale Gramsci, 44
    76123 - Andria (BT)

    Telefono:
    0883 246418

    Fax:
    0883 292429

    E-mail: baee19800r@istruzione.it

    PEC: baee19800r@pec.istruzione.it

    CF:
    90095070729

    Codice Univoco Fatture Elettroniche:
    UFO9X8

  • © Fabio Sardano
    Referente: Marcella Girasoli