• Pagine

  • Archive

    L’albero di Natale (classe 4a F)

    In occasione del Natale, gli alunni della classe 4a F hanno realizzato un albero di Natale seguendo le indicazioni date in codice utilizzando la tecnica della Pixel Art.

    È un abete addobbato con palline colorate che trasmettono allegria e spensieratezza. Una volta terminato, il disegno è stato incollato sul compensato e incorniciato con nastrini di colore rosso, verde e dorato.

    I bambini sono rimasti soddisfatti del lavoretto creato con tanta pazienza: un quadretto natalizio da appendere.

    L’ins. Maria Germoglio

    albero-natale-2

    2,515 total views, no views today

    Read more...

    Discorsi intorno al presepe (5a A)

    RECITAL

    Un recital musicale speciale quello messo in scena dagli alunni della 5^A che si sono destreggiati all’interno della classe come veri attori: tanti applausi da parte delle famiglie che hanno partecipato all’iniziativa!  La scena si è svolta davanti al presepe: ha preso spunto dalla quotidianità prima del Natale e ha ipotizzato uno sciopero da parte di Gesù Bambino, stanco dell’egoismo degli uomini. La storia ha permesso riflessioni sui grandi problemi della nostra società: consumismo, disoccupazione, pace, solidarietà e comportamenti a volte negativi nel gruppo dei pari in stretta pertinenza con l’insegnamento della religione Cattolica. Grande impegno, quello posto dagli alunni che sono riusciti a interpretare come piccoli attori il ruolo assegnato, persino quelli che per timidezza e senso di insicurezza difficilmente si mettono in gioco. Tutti hanno lavorato, cantato, ballato benissimo e persino diretto il suono utilizzando in autonomia computer e LIM. Il tutto è stato eseguito con entusiasmo, trasporto e con amore verso il ruolo interpretato, davanti a genitori, nonni e amici presenti. L’obiettivo di questi eventi in fondo è portare a termine un progetto comune, allietando genitori e spettatori ma senza dimenticare l’insegnamento sotteso: il lavoro di squadra fatto con collaborazione e aiuto reciproco è sempre altamente formativo, inoltre nella recita e nel canto ciascuno deve rispettare il proprio ruolo, impegnandosi a dare il meglio di se stessi ma senza dare troppo peso a qualche eventuale imprecisione. Anche se si salta una parola o si sbaglia una battuta, alla fine tutto si concluderà con il più sincero degli abbracci!

    Clicca l’immagine in alto per vedere il filmato degli addobbi natalizi

    BUON NATALE                       

       Gli alunni e le insegnanti della 5^A

    2,748 total views, no views today

    Read more...

    Aspettando il Santo Natale (4^A)

    Anche quest’anno gli alunni della 4^A hanno vissuto con trepidante attesa l’arrivo del Natale, preparandosi alla nascita di Gesù.

    A partire dall’inizio del mese di dicembre l’aula è stata addobbata con stelle gialle e blu per richiamare il tema del racconto di Natale rappresentato l’ultimo giorno di scuola, alla presenza di tutti i genitori: “La fabbrica di stelle”.

    Inoltre è stato preparato il Calendario dell’Avvento dal titolo “Aspettando la Luce”. Si è trattato di un calendario non solo di dolci ricompense quotidiane ma anche di buoni propositi di azioni gentili: ogni giorno, a turno, i bambini hanno aperto il loro sacchetto e hanno letto l’impegno che si apprestavano a mantenere nel rispetto del bene comune, della piena condivisione e dell’aiuto reciproco.

    I bambini si sono inoltre cimentati nella redazione della loro “Lettera a Gesù Bambino” per partecipare all’omonimo concorso giunto alla XXVI edizione indetto dai Padri Agostiniani del Santuario della Madonna dei Miracoli, nella quale hanno aperto il loro cuore con messaggi di amore e di speranza, talvolta preoccupati per gli avvenimenti incresciosi che accadono nel mondo.

    Guidati dall’insegnante, hanno anche scritto una lettera diretta al Vescovo di Andria porgendogli i loro auguri di buon Natale oltre che il loro ringraziamento per il suo grande impegno per la comunità della diocesi di Andria. Tutti insieme si sono poi recati presso la Posta Centrale per affrancare e spedire la lettera. Qui hanno osservato le caratteristiche di un ufficio postale e hanno imparato, guidati dagli operatori lì presenti, il percorso di una lettera e di una raccomandata, obiettivo previsto nello specifico progetto rivolto agli alunni di quarta, “Visito, conosco, comunico, imparo”

    Infine, guidati da alcune mamme, hanno preparato dei biscotti al burro dalle forme natalizie. Questi biscotti sono stati poi venduti agli altri alunni della scuola al costo di 1 euro ogni bustina. Il ricavato della vendita è stato poi interamente devoluto in beneficienza. Tale attività ha portato a conclusione il progetto Economia “Imprenditori per solidarietà” che ha coinvolto tutte le classi quarte del plesso scolastico.

    Tutti i preparativi descritti sono poi culminati l’ultimo giorno di scuola, in un momento di riflessione, condivisione e preghiera: gli alunni hanno allietato genitori, nonni e insegnanti con il racconto natalizio dal tema sull’inclusione e sulla diversità come fonte di ricchezza collettiva. Infine hanno accompagnato con dolci canti il momento della nascita del Bambinello, posto nel presepe della classe.

     Gli alunni e le insegnanti della 4^A

    2,492 total views, no views today

    Read more...

    eTwinning-“My Winter”(3e A-B; 4e A-B; 5a A)

    Si è da poco conclusa la prima parte del progetto eTwinning intitolato “My Winter”, che vede protagonisti gli alunni delle classi: 3^A-3^B-4^A-4^B-5^A.

    Il progetto, articolato in tre fasi e realizzato in orario curricolare in un’ottica interdisciplinare e trasversale, ha come obiettivo la conoscenza della stagione invernale nelle varie scuole gemellate.

    Gli alunni per tutto il mese di dicembre si sono cimentati nello svolgimento di attività finalizzate alla condivisione delle tradizioni natalizie nella propria scuola, realizzando scene di Natività, messaggi e biglietti augurali.

    Nei mesi di gennaio e febbraio i bambini saranno impegnati in altre attività di scambio, attraverso cui entreranno nuovamente in contatto con culture e contesti diversi.

    Il video che segue documenta la prima tappa del progetto

    2,744 total views, no views today

    Read more...

    La biblioteca diocesana (cl. 5a B)

    L’esperienza che hanno condiviso gli alunni della classe 5^B insieme ad un gruppo di alunni della classe  5^A è stata entusiasmante. Essi hanno capito che i libri sono le chiavi che aprono le nostre menti e i nostri cuori, inoltre ci aiutano a migliorare il nostro linguaggio e la strutturazione dei testi.

    2,743 total views, no views today

    Read more...

    L’albero del pane (Classe 5a B)

    Quest’anno nella classe 5B è stato addobbato “l’albero del pane” che vuole richiamare l’attenzione dei bambini verso chi è più povero e sfortunato di noi e non ha nulla da mangiare.  Occorre considerare che il cibo è un dono prezioso e non va sprecato. Per questo, ogni giorno, i nostri alunni sono abituati a non gettare via la merenda quando sono sazi oppure quando non è di loro gradimento, ma a riportarla a casa e soprattutto ad essere generosi quando un loro amichetto ha dimenticato di portarla a scuola. Questi sono i veri valori del Natale che essi vivono quotidianamente.

    De Robertis R  Monfalcone Giovina

    2,711 total views, no views today

    Read more...

    Progetto continuità: la mia esperienza (5a E)

    Quest’anno ho vissuto una nuova ed entusiasmante esperienza che mi ha colpito. Ho partecipato al progetto continuità con la scuola media “Vittorio Emanuele II”. Quando sono entrata la prima volta in questa scuola, ero un po’ intimorita, ma curiosa di vedere come potesse essere una scuola media. Siamo partiti con tre incontri per esercitarci e la professoressa ci ha tranquillizzati, dicendo che il canto era facilissimo perché non dovevamo memorizzare nessuna parola, infatti si trattava di un coro muto. Per farci comprendere il ritmo, lo ha indicato con delle lettere: ab-ac e poi la coda, cioè la parte finale del canto.

    Durante l’ultima prova, ho potuto osservare i ragazzi mentre provavano e ho pensato quanto potesse essere stato difficile e faticoso preparare uno spettacolo e studiare contemporaneamente. E’stato un spettacolo per me originale, perché era cantato, recitato e ballato. Raccontava la storia di una ragazza che doveva prendere un’importante decisione, cioè scegliere tra due ragazzi, uno ricco e uno nobile, che avrebbe dovuto sposare . Decise, allora, di pensarci durante un viaggio per il mondo, portando con sè le sue due migliori amiche.

    In ogni viaggio conosceva e faceva amicizia con nuove ragazze. Ritornata in Italia, finalmente prese una decisione: non sposare nessuno dei due, ma seguire il suo cuore, sposando un uomo dolce e sincero, anche se umile. Noi bambini della scuola elementare, siamo saliti sul palco con in mano una candela con luce a led, ci siamo seduti  per terra con le gambe incrociate davanti ai ragazzi di scuola media, tutte le luci si sono spente e seguendo la professoressa che con dei gesti ci indicava il ritmo del canto, abbiamo cominciato il nostro coro muto. Dopo aver terminato, abbiamo fatto un inchino per ringraziare degli applausi ricevuti e siamo scesi dal palco.

    Questa bella esperienza mi ha dato la possibilità di avere un’idea di come potrebbe essere frequentare la scuola media e spero di essere pronta e capace. Mi dispiace tanto, però, lasciare i miei maestri e i miei compagni di classe.

    Serlenga Veronica classe 5a sezione E

    2,711 total views, no views today

    Read more...

    Open Day alla Dante Alighieri (5a E)

    Martedì 11 dicembre noi alunni della classe 5a sezione E insieme ai compagni delle sezioni A, C, G ci siamo recati a visitare la scuola media “Dante Alighieri”, in occasione dell’Open Day.

    Prima della porta d’ingresso della scuola abbiamo notato un dipinto che rappresentava il sole e ogni raggio era composto da una parola sinonimo di accoglienza e amore. Entrando si potevano osservare, sulla ringhiera delle scale e legati ai neon, degli addobbi natalizi a forma di angelo o di albero di Natale realizzati con la tecnica dello sbalzo su rame.

    Superato l’ingresso ci siamo fermati in uno spazio più ampio dove siamo stati accolti da alcuni docenti, i quali ci hanno illustrato il percorso che avremmo dovuto seguire. Ad ogni scolaresca sono stati affiancati due ragazzi dell’ultimo anno, che le hanno guidate durante la visita. Abbiamo subito visitato il laboratorio teatrale dove, abbiamo assistito ad uno spettacolo, sotto forma di telegiornale, che si intitolava “Sì…Viaggiare”. Ci hanno portato (virtualmente) a Parigi in Francia, a Londra in Inghilterra, a Madrid in Spagna e due alunni di terza ci hanno spiegato la cultura, l’economia e alcune caratteristiche geografiche di questi Paesi. Successivamente siamo andati nell’aula di musica, dove abbiamo provato a suonare, con lo strumentario Orff,  una melodia, sapientemente guidati da una insegnante, e direi che siamo stati bravi.

    Abbiamo proseguito visitando il laboratorio di informatica, dove abbiamo potuto osservare come i ragazzi, seguiti dalla loro professoressa, utilizzano i computer. La visita nel laboratorio di scienze è risultata veramente entusiasmante. La docente  ci ha mostrato alcuni plastici di polistirolo di vari frutti in cui si potevano notare le composizioni interne e di alcuni organi interni del nostro corpo. Gli studenti, poi, ci hanno mostrato un esperimento sull’estrazione del DNA da un kiwi. Appena usciti dall’aula di scienze ci siamo diretti nella biblioteca, dove abbiamo assistito ad un bellissimo cortometraggio sulla tematica del bullismo, ideato e prodotto dagli stessi protagonisti.

     Infine siamo stati accompagnati nel laboratorio artistico dove abbiamo potuto ammirare i loro lavori, per me capolavori, e dove abbiamo colorato un albero di Natale. Alla fine della visita ci siamo nuovamente riuniti nell’atrio, dove allievi e docenti ci hanno salutato, e dopo esserci  disposti in fila, siamo rientrati a scuola. Bella esperienza!

    Matera Mirella classe 5a  sez. E

    2,669 total views, no views today

    Read more...

    Code Week (classi 3e C/D)

    Le classi terze C e D hanno partecipato al code week con alcune attività, in particolar modo con il gioco di “Minecraft, il viaggio dell’eroe”, sulla piattaforma di PROGRAMMA IL FUTURO. Sono state create 2 classi virtuali, una per ciascuna classe. il gioco è stato svolto in classe, ma soprattutto, alcuni bambini hanno portato a termine il gioco nei vari livelli a casa, conseguendo un certificato di completamento del percorso. complimenti a tutti!!!

    2,738 total views, no views today

    Read more...

    La bussola ad acqua (3e C/D)

    Orientarsi in modo pratico risulta molto stimolante per i bambini che, dopo aver scoperto l’orientamento con il sole e osservato direttamente che il sole a mezzogiorno proietta l’ombra di ognuno di noi in direzione opposta, verso nord, sperimentano la costruzione della bussola ad acqua usando una rondella di sughero attraversata da un ago precedentemente calamitato. La rondella, posta dentro una ciotola riempita d’acqua, gira fino a fermarsi con la punta calamitata dell’ago posizionata verso nord.

    2,802 total views, no views today

    Read more...
  • Sportello d'ascolto
  • Links Utili

  • Contatti

    Indirizzo:
    Viale Gramsci, 44
    76123 - Andria (BT)

    Telefono:
    0883 246418

    Fax:
    0883 292429

    E-mail: baee19800r@istruzione.it

    PEC: baee19800r@pec.istruzione.it

    CF:
    90095070729

    Codice Univoco Fatture Elettroniche:
    UFO9X8

  • © Fabio Sardano
    Referente: Marcella Girasoli